Il lago di Bauxite

Non ci è dato di sapere quale fosse il nome originario del ricercatore universitario della Facoltà di Geologia dell’Università di Lecce che, a cavallo tra le due guerre, scoprì il giacimento di bauxite nei pressi di Otranto. Da allora lo chiamano SunRa.  Il Mito racconta che in seguito al prezioso ritrovamento il giovane sparì per riapparire nei periodi estivi sulle dune ferrose della cava, ma solo quando il sole è alto.Sono stato abbastanza fortunato da immortalarlo in una foto, come vedrete più avanti. Prima però ancora un pò di storia su questo sito. Non appena colui che poi sarebbe diventato SunRa toccò la bauxite, si verificò un’esplosione cui seguì la formazione di un cratere. Oggi il cratere ospita un lago di acqua dolce dove pare vivano specie animali e vegetali che altrove si ritrovano solo nel mare dei Sargassi. Tutta la terra intorno al cratere ha un colore rosso, arso e vivo mentre l’acqua del lago ha il colore verde smeraldo.

L'acceso al sito. Benchè sbiadito il segnale ricorda che è vitato entrare con mezzi a motore.
L’acceso al sito. Benchè sbiadito, il segnale ricorda che è vietato entrare con mezzi a motore.
Il sito è naturale destinazione di pellegrinaggi da ogni luogo.
Il sito è naturale destinazione di pellegrinaggi da ogni luogo.
La bauxite colora la terra di una caratteristica tonalità.
La bauxite colora la terra di una caratteristica tonalità.

4 5terra

I bordi del cratere sono altini...
I bordi del cratere sono altini…
Le caratteristiche canne ai bordi del cratere
Le caratteristiche canne ai bordi del cratere

10

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ancora pellegrini
Ancora pellegrini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un selfie ci sta tutto.
Un selfie ci sta tutto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Alcuni devoti coltivano ortaggi da offrire poi a SunRa.
Alcuni devoti coltivano ortaggi da offrire poi a SunRa.
Finalmente lui, SunRa.
Finalmente lui, SunRa.